MUD 2022: PUBBLICATO IL NUOVO MODELLO, SCADENZA FISSATA AL 21 MAGGIO 2022

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 21 gennaio 2022 il nuovo MODELLO UNICO DI DICHIARAZIONE AMBIENTALE (MUD 2022) da utilizzare quest’anno in riferimento ai rifiuti gestiti nel 2021.

Il provvedimento contiene il modello e le istruzioni per la presentazione delle seguenti Comunicazioni:

  1. Comunicazione Rifiuti
  2. Comunicazione Veicoli Fuori Uso
  3. Comunicazione Imballaggi, composta dalla Sezione Consorzi e dalla Sezione Gestori Rifiuti di imballaggio.
  4. Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche
  5. Comunicazione Rifiuti Urbani e raccolti in convenzione
  6. Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

Si ricorda che l’obbligo della Comunicazione Rifiuti (da effettuarsi esclusivamente per via telematica) riguarda:

  • Imprese produttori iniziali di RIFIUTI PERICOLOSI;
  • Imprese che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di RIFIUTI NON PERICOLOSI (rifiuti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali, da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti da attività di potabilizzazione e altri trattamenti delle acque, dalla depurazione delle acque reflue, rifiuti da abbattimento di fumi, fosse settiche e dalle reti fognarie);
  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
  • Imprese che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;
  • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione.

In base alla L. n. 70/1994, il termine per la presentazione del MUD è fissato in centoventi giorni a decorrere dalla data di pubblicazione e quindi al 21 maggio 2022 (anziché al 30 aprile 2022).

Il D.P.C.M. in Gazzetta Ufficiale

Carat Servizi Srl fornisce assistenza per la predisposizione e trasmissione della dichiarazione MUD alla Camera di Commercio competente.

Per qualsiasi informazione chiama il numero +39 0423.715927 o scrivi a info@caratservizi.it

 

BANDO ISI INAIL 2021-2022: FINANZIAMENTI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI

INAIL ha pubblicato il nuovo bando ISI 2021 che finanzierà interventi di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro da attuare nel 2022. La dotazione finanziaria totale è pari a 273.700.000 €.

Si tratta di un contributo in conto capitale pari al 65% (con dei limiti massimi per singolo asse di investimento) dei costi sostenuti dalle aziende per la realizzazione di interventi relativi a:

  • Progetti di investimento e per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi;
  • Progetti di bonifica di materiali contenenti amianto;
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (in particolare le MPMI operanti nel settore della raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti e del recupero e preparazione per il riciclaggio dei materiali e in quello del risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti);
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli.

Rispetto al bando del 2020 si evidenzia una nuova tipologia di progetti d’investimento finanziabili: la riduzione del rischio radon, grazie alla realizzazione di opere edili e di sistemi di ventilazione per piani terra, seminterrati e interrati nei quali il gas sia presente. Tra gli altri: riduzione del rischio rumore, riduzione del rischio chimico, riduzione del rischio biologico, riduzione del rischio incendio, ecc.

Tutte le imprese sono incoraggiate a realizzare progetti per migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; per gli enti del terzo settore i finanziamenti si limitano alla riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi.
Le piccole imprese agricole sono invece incoraggiate ad acquistare nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per la riduzione delle emissioni inquinanti e del rumore.

Oltre a migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro il bando intende promuovere la sostenibilità ambientale e la responsabilità sociale, incentivando altresì l’adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000 e di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato UNI ISO 45001:2018.

La procedura informatica per la compilazione della richiesta si aprirà il 26 febbraio 2022 e si concluderà il 7 marzo 2022.

Per tutti i dettagli e la presentazione della domanda consulta il portale INAIL


Carat Servizi Srl assiste le aziende nella valutazione e gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Per qualsiasi informazione chiama il numero +39 0423.715927 o scrivi a info@caratservizi.it

SOSPENSIONE DELL’OBBLIGO DI ETICHETTATURA DEGLI IMBALLAGGI E ALTRE PROROGHE

Il Decreto Milleproroghe è un provvedimento urgente adottato dal Consiglio dei Ministri con il quale dispone il rinvio di alcune scadenze legislative particolarmente rilevanti, in ambiti molto diversi tra loro.
In materia ambientale l’articolo 11 è titolato “Proroga di termini in materia di transizione ecologica”. L’intervento più rilevante riguarda l’obbligo di etichettatura ambientale degli imballaggi, precedentemente prorogato al 1° gennaio 2022 con il Decreto Milleproroghe dello scorso anno, che è stato ulteriormente prorogato al 30 giugno 2022.

Il provvedimento dispone quanto segue:

  • Sospensione degli obblighi di etichettatura (entrambi gli obblighi previsti all’art. 219, comma 5) fino al 30 giugno 2022;
  • Gli imballaggi privi dei requisiti previsti dall’art. 219, comma 5 e già immessi in commercio o etichettati al 1° luglio 2022 potranno essere commercializzati fino all’esaurimento delle scorte;
  • Entro il 30 gennaio 2022 il Ministero della Transizione Ecologica deve adottare un decreto con le linee guida tecniche per l’etichettatura.
    D.L. n. 228/2021
    (G.U. n. 309 del 30/12/2021)

Gli altri provvedimenti in materia ambientale riguardano il Fondo per la transizione energetica del settore industriale, cui termine per l’erogazione delle risorse (con riferimento ai costi sostenuti tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020) è fissato alla data del 31 marzo 2022.

Il testo ufficiale è consultabile al seguente link


Carat Servizi Srl assiste le aziende nella valutazione e gestione degli aspetti ambientali e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Per qualsiasi informazione chiama il numero +39 0423.715927 o scrivi a info@caratservizi.it

 

 

 

LE ULTIME DISPOSIZIONI IN MERITO A GREEN PASS E VACCINAZIONI

La corsa della nuova variante Omicron , l’esigenza di contenere la quarta ondata di contagi e la volontà di accelerare la somministrazione dei vaccini hanno portato a nuovi pacchetti di restrizioni riguardanti obbligo vaccinale, green pass, mascherine, ingressi a determinati servizi ed attività.

Di seguito una lista riassuntiva degli ultimi principali decreti pubblicati in Gazzetta Ufficiale.

D.L. n. 221/2021
(G.U. n. 305 del 24 dicembre 2021)

Il provvedimento, in vigore dal 25 dicembre 2021, dispone, tra il resto:

  • la proroga dello stato di emergenza nazionale fino al 31 marzo 2022;
  • la durata delle certificazioni verdi COVID-19 (art. 3), a decorrere dal 1° Febbraio 2022: da 9 passa a 6 mesi;
  • obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, anche nei luoghi all’aperto, in zona bianca (fino al 31 gennaio 2022);
  • obbligo di Green Pass nei luoghi di lavoro fino al 31 marzo 2022;
  • applicazione delle misure del D.P.C.M. 2 marzo 2021 fino al 31 marzo 2022, compreso il rispetto dei Protocolli negli ambienti di lavoro.

D.L. n. 229/2021
(G.U. n. 309 del 30 dicembre 2021)

Il provvedimento, in vigore dal 31 dicembre 2021, dispone, tra il resto:

  • obbligo della Certificazione verde COVID-19 “rafforzata” (ottenuto cioè a seguito del completamento del ciclo vaccinale o a seguito di guarigione dalla malattia) per l’accesso a determinati servizi ed attività (a partire dal 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica) tra cui alberghi (compresi i servizi di ristorazione), consumo di cibi e bevande nei servizi di ristorazione (anche al banco e all’aperto), convegni e congressi, tutti i mezzi di trasporto pubblico;
  • nuove disposizioni in materia di quarantena precauzionale;
  • disciplina sanzionatoria in caso di violazione delle suddette misure.

D.L. n. 1/2022
(G.U. n. 4 del 7 gennaio 2022)

Il provvedimento, in vigore dall’8 gennaio 2022, dispone, tra il resto:

  • dalla data di entrata in vigore della presente disposizione e fino al 15 giugno 2022, l’obbligo vaccinale ai cittadini italiani e stranieri residenti nel territorio dello stato, che abbiano compiuto il cinquantesimo anno di età;
  • dal 15 febbraio 2022 i lavoratori (pubblici e privati) e i liberi professionisti di almeno 50 anni devono possedere, per accedere al luogo di lavoro, il Green pass rafforzato ossia la certificazione verde Covid-19 rilasciata esclusivamente a seguito di vaccinazione o avvenuta guarigione. Chi non è ancora vaccinato o guarito dovrà effettuare la prima dose del vaccino entro il 31 gennaio per ottenere un Green Pass rafforzato valido a partire dal 15 febbraio (il certificato verde è rilasciato subito dopo la prima dose ma è attivato il quindicesimo giorno successivo alla somministrazione);
  • i lavoratori di almeno 50 anni che dal 15 febbraio 2022 non sono in possesso del green pass rafforzato sono considerati assenti ingiustificati, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro, fino alla presentazione della predetta certificazione, e comunque non oltre il 15 giugno 2022. Per i giorni di assenza ingiustificata non sono dovuti la retribuzione né altro compenso.

Carat Servizi Srl assiste le aziende nella gestione degli adempimenti normativi e dell’aggiornamento delle procedure.

Per qualsiasi informazione chiama il numero +39 0423.715927 o scrivi a info@caratservizi.it